Dolci Scoperte
In sos chelos coronadu, de Sardigna difensore…

In sos chelos coronadu, de Sardigna difensore…

IMG_2138-2dannos remediou e favore Bachis Martire sagradu!!!
Iniziano così i gosos di San Bachisio martire, il santo, il confidente, la speranza e l’amico di tutti i bolotanesi. Il mio piccolo paese, racchiuso nei monti del Marghine è in questi giorni addobbato a festa perché questi sono i “giorni di San Bachisio”. Come me, tanti bolotanesi che sono emigrati o in continente o all’estero, cercano di rientrare per stare con la famiglia in queste giornate solenni, in cui tutti ci sentiamo rapiti da questa magica atmosfera. Le strade riportano le tracce del passaggio dei cavalli, e mentre passi nei vicoli del centro storico, senti gli zoccoli di questi maestosi animali che passeggiano nelle vie principali e ti nasce spontaneo un sorriso quando senti i bambini che esclamano: “Sta iniziando la festa dei cavalli”. Le vie della processione sono colorate da centinaia di bandierine e nel bastione di San Pietro ci sono già i torronai e la bancarella dei giocatoli. Oggi, alle 17:30, si darà il via ufficiale all’inizio della festa, con la processione che dalla chiesa parrocchiale, raggiungerà la chiesa di San Bachisio, dove verranno celebrati i vespri.
Stasera sul palco si terrà il concerto di Maria Giovanna Chechi, la bolotanese che con la sua voce fa rivivere la Sardegna in tutto il mondo. Dal punto di vista del “gusto”, a casa di mamma sono pronti i mostaccioli, le gallette e tanti altri dolcetti, perché da sempre a Santu Bachisi si deve condividere con gli altri ciò che abbiamo e di cui rendiamo grazie al nostro Santo. Felice di essere in paese, e di poter godere di tutto ciò, auguro a tutti, ma in particolare ai membri del Comitato del “6”, una bella festa e “Chi Santu Bachisi azuede a tottu” (Che San Bachisio aiuti tutti).

Leave a reply